L’Azienda

PROGREDIRE: IL PRIMO MATTONE DELL’IMPEGNO DI TRE GENERAZIONI






Le origini della Tentori Alessandro srl risalgono al 1929, quando Alessandro Tentori, insieme ai fratelli, inizia la propria attività nel settore edile.

È un avvio “pioneristico”, in un periodo non certo facile della storia del Paese.

Il vero salto di qualità Alessandro Tentori lo compie negli anni Cinquanta, complice anche il clima di fervore che accompagna la fine del conflitto bellico e caratterizza la fase di ricostruzione.

Numerosi sono gli interventi, nell’ambito dell’edilizia residenziale, che l’azienda attua in quel periodo, contribuendo a trasformare sensibilmente il volto di Lecco e dei comuni vicini.

Si collocano in questi anni le numerose realizzazioni nel centro città, nella zona di Piazza Manzoni, Viale Dante e Viale Turati.

Realizzazioni assolutamente innovative per quegli anni, sia per le forme e finiture, sia per l’impiego – fino ad allora quasi sconosciuto – del cemento armato.

Quegli anni vedono anche l’ingresso in azienda del figlio Arnaldo, che affianca il padre nell’attività e matura quelle esperienze che saranno alla base della seconda fase di crescita dell’azienda.

Con Arnaldo, infatti, la Tentori Costruzioni sviluppa ulteriormente la propria attività nel campo dell’edilizia residenziale, con nuove costruzioni firmate dai più importanti architetti del periodo.

Nello stesso tempo amplia i propri confini di intervento a livello territoriale, affacciandosi anche ad un nuovo settore in costante ascesa, quello delle abitazioni secondarie.Sono anni in cui l’azienda, tra le prime nel settore, sperimenta anche l’industrializzazione delle costruzioni, introducendo in Italia le innovative tecnologie francesi del “tables et banches” nel quadro di un’edilizia modulare.

Di generazione in generazione si arriva così agli anni Ottanta, che segnano l’ingresso in azienda di Luca fresco di laurea in architettura.

La Tentori Costruzioni, trasformatasi nel frattempo in società per azioni, partecipa ad alcuni importanti interventi urbanistici, che hanno per teatro una Lecco in procinto di diventare capoluogo di Provincia.

Gradualmente sviluppa la propria operatività nel settore dell’edilizia industriale e del terziario, con realizzazioni di grande importanza, come il complesso “Il Vallo” nella centralissima Piazza della Stazione di Lecco o gli imponenti insediamenti industriali “Le Foglie” a Lecco, Osnago e Brivio.